Economia

(ASI) L'Istat rende noto in una nota che ad agosto si registra una crescita congiunturale dello 0,1% per l'export e dello 0,9% per l'import. L'aumento dell'import deriva dall'incremento degli acquisti dai mercati extra Ue (+2,3%), mentre per le vendite la crescita è imputabile ai mercati Ue (+0,9%).

(ASI) Continuano a aumentare i prezzi al consumo: dall'ultima indagine Istat emerge infatti che nel mese di settembre, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), comprensivo dei tabacchi, registra una variazione nulla su base congiunturale e un aumento del 3,0% su base tendenziale (la stima provvisoria era +3,1%), con un'accelerazione di due decimi di punto percentuale rispetto ad agosto 2011 (+2,8%).

(ASI) Secondo l'ultima indagine dell'Istituto nazionale di statistica, ad agosto 2011 l'indice destagionalizzato della produzione industriale è aumentato del 4,3% rispetto a luglio.

(ASI) Appare d'oltremodo in ritardo la constatazione da parte di Draghi dell'impasse in cui si trovano i giovani in Italia! Il problema del lavoro è cronico e nessun governo ha mai voluto, lo sottolineo, voluto fare veramente qualcosa per semplificare e sviluppare le risorse umane che sono potenzialmente eccellenti nell'ingegno, nella inventiva, nelle intuizioni, pur in mancanza di un background di studi curriculari che non ha saputo coniugare innovazione e tradizione.

(ASI) Secondo i dati ancora provvisori forniti dall'Istat, nel mese di settembre, secondo le stime preliminari, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), comprensivo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,1% rispetto al mese di agosto 2011 e del 3,1% nei confronti dello stesso mese dell'anno precedente (era 2,8% ad agosto).L'inflazione acquisita per il 2011 è pari al 2,6%.

(ASI) L'Istat rende noto in un comunicato che ad agosto 2011 gli occupati sono 23.003 mila unità, in aumento dello 0,1% (26 mila unità) rispetto a luglio.

(ASI) Battere la crisi si può, superare la crisi si deve, occorre l'impegno di tutti. Lo si può fare con fantasia indicando una prospettiva reale di sviluppo, facendo squadra, immentendo sul mercato idee supportate da investimenti e proponendo preziose collaborazioni fra soggetti economici che operano sul territorio. Un sostanziale esempio di come dal mondo economico locale si possono dolcemente lanciare proposte intelligenti  che possono, in parte, correggere gli errori e le ricette dell'economia globale. 

(ASI) Sempre meno rassicuranti i dati Istat circa la crisi che attanaglia sempre più famiglie: nel secondo trimestre del 2011 l'istituto nazionale di statistica registra che la propensione al risparmio delle famiglie, definita dal rapporto tra il risparmio lordo delle famiglie e il loro reddito disponibile (dati destagionalizzati), è stata pari all'11,3%, in diminuzione di 0,4 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 1,2 punti percentuali rispetto al secondo trimestre del 2010.

(ASI) Secondo quanto riportato nell'ultima indagine dell'Istituto nazionale di statistica nel secondo trimestre 2011 l'indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (AP) in rapporto al Pil (dati grezzi) è stato pari al 3,2%, valore superiore di 0,7 punti percentuali rispetto a quello registrato nel corrispondente trimestre del 2010.

(ASI) L'Istituto nazionale di statistica rende noto che nel mese di settembre 2011 l'indice destagionalizzato del clima di fiducia scende sia nelle imprese dei servizi, sia in quelle del commercio al dettaglio.

(ASI) Stando agli ultimi dati Istat nel secondo trimestre 2011, al netto degli effetti di calendario, si registra un aumento delle ore lavorate per dipendente dello 0,9% rispetto allo stesso trimestre del 2010.Nell'industria, al netto degli effetti di calendario, le ore lavorate per dipendente crescono dell'1,3% rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente.

(ASI) Secondo quanto riportato nell'ultima indagine Istat, a settembre l'indice del clima di fiducia dei consumatori cala a 98,5 da 100,3 di agosto.La flessione, diffusa a tutte le componenti, è più marcata per il clima economico, il cui indice diminuisce da 70,0 a 67,8; la fiducia sulla situazione personale scende da 116,2 a 114,4.L'indice del clima corrente cala da 112,1 a 109,7, mentre quello relativo al complesso delle attese a breve termine segna una lieve diminuzione (da 87,5 a 87,2).

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.