Economia

(ASI) Nonostante le rassicurazioni d’ufficio dei governi e della banca centrale europea è a tutti evidente una crisi profonda e drammatica dell’Euro che, predicato come la panacea universale delle economie del vecchio continente, si è invece rivelato come un ostacolo allo sviluppo o quantomeno un freno ed una sclerotizzazione specialmente per le economie meno avanzate di alcuni Paesi.

(ASI) Secondo quanto riportato nell'ultima indagine Istat, alla fine di maggio 2011 i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica corrispondono al 65,3% degli occupati dipendenti e al 60,0% del monte retributivo osservato.

(ASI) Secondo l'Istat d aprile 2011 l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni è aumentato, rispetto a marzo 2011, dello 0,8%. Nella media del trimestre febbraio-aprile, la variazione rispetto al trimestre immediatamente precedente è nulla.

(ASI) Nell'ultima indagine Istat emerge che ad aprile 2011 l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) è aumentato, rispetto a marzo 2011, dello 0,4%. Nella media del trimestre febbraio-aprile 2011, l’indice ha registrato una variazione nulla rispetto ai tre mesi precedenti.

(ASI) Secondo quanto riportato dall'Istat nel primo trimestre 2011 il tasso di posti vacanti sul totale dell’industria e dei servizi è pari allo 0,9 per cento, con un incremento di 0,2 punti percentuali rispetto al primo trimestre del 2010.

(ASI) Secondo l'ultima indagine Istat a giugno 2011 l’indice del clima di fiducia dei consumatori cala a 105,8 da 106,5 di maggio.

(ASI) Giungono previsioni di scenari economici che sarebbero considerate disfattismo puro da parte dei sacerdoti dell'ottimismo, se non fosse che a dichiararle sia una delle massime eccellenze in materia, ossia il noto economista americano Nouriel Roubini, colui che aveva previsto con largo anticipo la crisi del 2008.

(ASI) “Moody’s”, la più importante Agenzia di valutazioni economico-finanziarie internazionali, ha messo l’Italia sotto osservazione per un eventuale “revisione al ribasso” o “declassamento” dell’andamento macroeconomico.

(ASI) Secondo l'ultima indagine pubblicata dall'Istat nel mese di aprile 2011 si registra un aumento congiunturale dello 0,8% sia per l’export, sia per l’import. La crescita deriva dall’interscambio con i paesi extra Ue (+2,8% per l’export e +2,4% per l’import), mentre quello con i paesi Ue risulta in lieve flessione.

(ASI) secondo l'IStat nel 2010 si sono registrate complessivamente 817.963 compravendite di unità immobiliari, lo 0,5% in meno rispetto al 2009.

(ASI) Secondo l'Istututo nazionale di statistica ad aprile 2011 l’indice destagionalizzato della produzione industriale è aumentato dell’1,0% rispetto a marzo. Nella media del trimestre febbraio-aprile l’indice è aumentato dell’1,1% rispetto al trimestre immediatamente precedente.

(ASI) Secondo quanto riportato dall'Istat, nel primo trimestre del 2011 il prodotto interno lordo (PIL), espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2000, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e dell’1,0% nei confronti del primo trimestre del 2010.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2018 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.