(ASI) Lettere in redazione. - Tra grida "ladri ladri" e accuse di corruzione e collusione mafiosa, i militanti di Forza Nuova sono riusciti a sospendere la seduta del consiglio comunale di Verona.

I Forzanovisti hanno esposto uno striscione che recitava "ladri, truffatori e corrotti. Tutti a casa!".

Luca Castellini, gia' candidato sindaco alle ultoime elezioni, ha lanciato delle manette proprio di fronte allo scranno del sindaco Tosi, presente in aula.

Oltre alle diverse indagini a carico di amministratori e municipalizzate cittadine per corruzione e appalti truccati e poi accordati ad aziende vicine all 'ndrangheta, spicca il recente arresto dell'ex vice sindaco Vito Giacino e della moglie, accusati di essersi intascati tangenti per 600 mila euro.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.