Caro Presidente,

innanzitutto,  buon compleanno e complimenti : è bastata la Sua presenza al Convegno di Fiuggi della settimana scorsa perché Forza Italia riprendesse  qualche punto in più percentuale ,  rispetto ai dati disastrosi del mese di  agosto che mettevano in evidenza  - secondo alcuni sondaggi - che il Suo partito si fosse posizionato al 6 per cento,  quasi al pari del  partito alleato  "Fratelli d'Italia"  di Giorgia Meloni. 

E’ evidente che  se Lei non appare  alla guida del partito ,  nei luoghi  della comunicazione, come la televisione , Forza Italia  è come se tacesse .  

Difatti,   nessuno dei Suoi uomini  è  in grado di colpire  i cuori degli italiani  tanto da convincerli a votare nuovamente Forza Italia,   perché  nessuno è  carismatico a tal punto da potersi  imporre nel difficile e competitivo sistema politico attuale,  che vede nel populismo il vettore  vincente. 

Non è  il rifiuto del  ritorno ai  partiti nazionalistici che può aver allontanato gli elettori dal Suo partito , a mio avviso, ma  il fatto  che  i  Suoi  collaboratori  politici  non sono capaci di catturare la simpatia della gente comune. 

Alcuni mesi fa,  Le scrissi che il Suo partito pullula di personaggi snob , di figli di papà , di persone che, mediante l’attività politica,   cercano solamente  l'affermazione personale,  tenendo  il proprio  fondoschiena ben  incollato agli scranni del Parlamento Italiano. Le scrissi anche  che sarebbe il momento di introdurre,  tra le fila  del Suo partito, personaggi  provenienti dalla società civile , i quali  ritengono l’impegno politico  una missione , un ambito in cui far vivere finalità volte al benessere collettivo e non  personale .  

Nel Suo partito ci sono persone,  senz'altro,  capaci ,  ma esse vengono messe in disparte , abbandonate,  superate da un gruppo che fa da scudo e che non  permette neppure di poterLa avvicinare. Troppi schermi , troppe assurde barriere,   troppi muri , erti quasi per  difendere un patrimonio che appartiene loro in modo esclusivo.  

C’è chi afferma che qualsiasi cosa deve passare al vaglio di queste persone e le belle  idee  di qualche testa “pensante” che  si esprime all'interno  del Suo partito o fuori da esso  sono filtrate  da tali personaggi, sicché è impedita la crescita e l'innovazione del Suo  Partito.  

Accolga, Caro Presidente , le istanze , le idee ed i progetti  provenienti dalla società civile , dalle persone politicamente  “ferrate”,   sia interne , sia esterne al Suo partito. Lei è troppo intelligente per non capire che le belle statuine che le ruotano  attorno sono un detrimento per l’affermazione di Forza Italia . Chi finge di proteggerLa per paura il perdere il dominio, La chiude in un cerchio, magico o non magico,  all'interno del quale Lei  resta attanagliato.  

Il Suo Partito,   facendo a meno di tali  personaggi, recupererà  la credibilità  popolare che ha perduto e  potrà ritornare ai fasti di un tempo,  altrimenti è destinato a crollare al 2 per cento! Lei ha la stima di tanta parte del popolo , ma chi ha ora vicino assolutamente no.  

Caro Presidente , buon compleanno di cuore  da un Suo  sostenitore ed ammiratore, il quale spera  che il suo   umile consiglio Le giunga attraverso questo articolo e non  venga nascosto da chi lo ritiene lesivo del suo personale prestigio ,  come spesso è accaduto  in questi ultimi anni. 

 

Biagio Maimone

 

 

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2018 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.