agea1(ASI) “Anziché vietare, come l’europarlamentare socialista Jo Leinen propone in una intervista rilasciata a eunews.it, la formazione di gruppi politici democraticamente eletti dai cittadini, il Parlamento europeo dovrebbe vietare i finanziamenti a partiti e fondazioni, vero scandalo della politica europea.

Per il 2019 sono stati stanziati quasi 70 milioni di euro, soldi che vanno restituiti immediatamente ai cittadini”, dichiara Laura Agea, capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo. “Invitiamo l’europarlamentare Jo Leinen martedì 15 gennaio alle 18:30 alla riunione del gruppo EFDD. Si renderà conto che le riunioni vengono organizzate come tutti gli altri gruppi. Le sue accuse sono solo bugie di partiti in via di estinzione. Modificare il regolamento del Parlamento europeo a pochi mesi dalla sua naturale conclusione è un colpo basso che ricorda molto la riforma della legge elettorale di Renzi e Berlusconi approvata prima delle elezioni. I vecchi partiti si mettano l’anima in pace. Questi mezzucci non servono a evitare il cambiamento che è molto vicino”, conclude Laura Agea.