(ASI) Oggi è l'ultimo venerdì di Ramadan, il mese sacro ai mussulmani, si celebra anche la Giornata internazionale di Al Quds (Gerusalemme). Fu il defunto fondatore della Repubblica Islamica, l'Imam Khomeini che nel l lontano mese di agosto del 1979, stabilì che ll'ultimo venerdì del mese di digiuno islamico del Ramadan, fosse anche celebrata da tutti i mussulmani la Giornata Internazionale di Al Quds (Gerusalemme). Una giornata dedicata alla solidarietà e al sostegno delle legittime rivendicazioni territoriali del popolo palestinese.  In Iran, milioni di persone sono scese in piazza in tutto il paese per denunciare le atrocità di Israele attuate contro il popolo palestinese e per esprimere la propria rabbia contro le politiche israeliane.

Inoltre i manifestanti iraniani hanno anche condannato la violenta repressione contro i manifestanti dell'opposizione in Bahrain e Arabia Saudita. Rivolte arabe che vengono per interesse  sottaciute dai mass media occidentali. La Giornata internazionale di Al Quds (Gerusalemme) è stata  celebrta anche in altri paesi: Inghilterra, Pakistan, Francia, Germania, Belgio, Paesi Bassi, negli stati americani del Michigan e della California e nella città di New York.  Pure nella capitale canadese di Ottawa ed in altre città la gente è uscita per manifestare l'opposizione contro l' occupazione dei territori palestinesi perpetuata da parte del governo di Tel Aviv.

Mentre in Libano in occasione della Giornata internazionale Quds, il Segretario generale di Hezbollah, Seyyed Hassan Nasrallah ha avvisato la popolazione che con la espansione continua degli insediamenti ebraici illegali, si corre il pericolo che si realizzi il disegno israeliano di giudaizzare completamente Al-Quds (Gerusalemme) , ossia della città santa anche della religione islamica.
Nasrallah ha anche invitato la Lega Araba e i leader del mondo musulmano a riconoscere il diritto palestinese di autodeterminazione, aggiungendo che tutti i problemi dei palestinesi nascono dalla occupazione israeliana. Per cui il capo del Movimento di Resistenza libanese Seyyed Hassan Nasrallah ha chiesto la fine dell'occupazione israeliana e la formazione di uno Stato palestinese indipendente secondo i confini del 1967.


 
                                          {






si precisa che le immagini sono prese da: http://italian.irib.ir