Politica Estera

(ASI) Usa e Israele appaiono sempre più minacciosi nei confronti dell’Iran reo di voler sviluppare un proprio programma nucleare, cosa che le due grandi "democrazie" mondiali credono essere loro esclusivo diritto. In conseguenza di ciò i venti di guerra in medio-oriente si fanno sempre più insistenti, appare quindi quanto mai opportuna la pubblicazione, nella traduzione italiana, del saggio di Alain Rodier "Iran: la prossima guerra" per i tipi della Fuoco edizioni.

(ASI) Il Centro Studi Strategici Carlo de Cristoforis ha di recente pubblicato: Il concetto di guerra preventiva: teoria, cause e motivazioni, di Diamanti - UNISERVICE 2011. Secondo ’Introduzione di Domenico Vecchioni – l'autore prende in esame, attraverso uno studio ampio e approfondito, la dottrina della guerra preventiva americana mostrandone limiti e potenzialità.   

(ASI) Riferendosi poi alla sospensione della Siria da parte della Lega Araba, Lavrov l'ha definita una mossa premeditata e sbagliata. "Coloro che hanno preso la decisione al Cairo hanno perduto una grande opportunità per rendere la situazione più trasparente", ha ribadito il ministro degli Esteri russo.

(ASI) Oggi il Ministro degli Esteri inglese, William Hague, durante il consiglio degli esteri Eu, ha dichiarato di non escludere l'idea di un'opzione militare contro l'Iran ed il suo programma nucleare. "Al momento non prevediamo un intervento armato contro l'Iran- ha dichiarato Hague- ma è da ribadire che ogni opzione possibile, compresa quella militare, deve rimanere sul tavolo .

(ASI) Il Presidente venezuelano, Hugo Chavez, torna a puntare il dito contro gli Usa: secondo il leader venezuelano dietro le rivolte siriane, come quella libiche, si cela lo zampino statunitense che, supportato dall'Europa, inisidierebbe la sovranità di alcuni paesi nel tentativo di destabilizzare e rovesciare governi in carica.

(ASI) Caduto Gheddafi, la missione della Nato si è conclusa. Si dava per scontata la pacificazione del Paese: proclami trionfalistici era stati fatti dagli Stati implicati  direttemente in questa impresa del neo colonialismo occidentale. Le cose non stanno precisamente così; mancato l'elemento di ordine qual era il Rais, nel bene e nel male, le forze disgregatrici interne ed esterne dello Stato libico stanno prendendo il sopravvento.

(ASI) Mentre la Sarkozy Merkel dettano l'agenda politca italiana ed europea, essi stessi devono affrontare difficili situazioni al loro interno. Infatti in Germania tornano a far sentire il loro dissenso gli "indignados" tedeschi. Indignados manifestano a Berlino davanti al Parlamento tedesco, mentre a Francoforte una catena umana tuttora circonda il quartiere finanziario, dove hanno sede le maggiori istituzioni bancarie ed economico-finanziarie internazionali.

 (ASI) Sale la tensione fra paesi occidentali e la Repubbica Islamica dell'Iran.  Israele fa le prove di attacco alle sue central nucleari nell'intento di interrompere ogni sviluppo tecnologico atomico del paese degli Ayattolah. Avendo come scopo di isolare politicamente il regime  

(ASI) Mentre la discussione sul nucleare iraniano tiene banco, con gli usraeliani che minacciano di scatenare la terza guerra mondiali per impedire ad altri di porsi al loro stesso livello, dietro le quinte torna ad affacciarsi quello nord coreano.

(ASI) In una nota Marco Rizzo, il segretario nazionale di Comunisti Sinistra Popolare, commenta le annunciate dimissioni da parte del premier Berlusconi e si spende in qualche considerazione: "Berlusconi molla, il capitale no! Nessuno si dice contrario alla lettera della Banca Centrale Europea che massacrerà il popolo italiano".

(ASI) 'Arret sur images', sito francese specializzato in analisi mediatica, pubblica dichiarazioni che il presidente Sarkozy avrebbe privatamente rilasciato al presidente americano Obama durante il G20 a Cannes. Dichiarazioni trapelate grazie all'occhio indiscreto di alcuni giornalisti appostatisi nei pressi dei due leader durante il loro conciliabolo.

(ASI) Ventidue anni fa, mentre tra il giubilo delle folle veniva giù il Muro di Berlino, qualche esperto nell’arte della semplificazione degli eventi geo-politici vaticinò prospettive di pace e riconciliazione tra i popoli del mondo. Come se un muro di cemento di appena una quarantina di chilometri fosse l’unica barriera al dialogo. Come se il genere umano fosse suddiviso in soli due semplificativi blocchi ideologici.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.