carletti(ASI) Manoppello (Pe) - Lunedì 20 maggio 2019 si sono concluse alla grande le feste patronali di San Pancrazio e Nicola a Manoppello, antica signoria feudale alle pendici della Maiella centrale, in cui oltre a una zona commerciale e industriale, c'è il Santuario del Volto Santo e l'Abbazia di Santa Maria Arabona; Manoppello già appartenente all'Abruzzo Citra, era prima in Provincia di Chieti, poi dal 1927 in quella recente di Pescara.


Nella affollata piazza Marcinelle, si è esibito Peppe Carletti, fondatore nel 1963 dei Nomadi, in un concerto in onore della band emiliana, accompagnato dalla "tribute" band Italiana, “Gli Altatensione”. Sono stati eseguiti in due ore di concerto pressoché tutti i più grandi successi dei Nomadi, come ad esempio “Io Vagabondo” e tanto altro.
A tal proposito, noi abbiamo scambiato due chiacchiere con Pepe Carletti prima del concerto. Il fondatore dei Nomadi ci parla, tra l'altro, del passato e del presente della musica italiana:

 

Cristiano Vignali - Agenzia Stampa Italia

 

*Nella foto Peppe Carletti dei "Nomadi