Domenica 10 aprile la giornata di campionato di Serie A1 si giocherà a favore di un gesto che ogni futura madre può compiere, senza alcun costo, potendo così garantire la salvezza di una vita umana.

E' il secondo anno che l'iniziativa viene proposta.

Lega Pallavolo Serie A Femminile e Federazione Italiana ADOCES ancora insieme. Domenica 10 aprile in tutti i campi in cui si disputeranno le partite della Findomestic Volley Cup A1– Campionato del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, e dunque anche a Bergamo dove alle 18 si incontreranno Norda Foppapedretti Bergamo e Florens Castellana Grotte, sarà protagonista la campagna di informazione sulla donazione del sangue cordonale, promossa dalla Federazione Italiana ADOCES (Associazione Donatori Cellule Staminali), con la collaborazione del MO.VI. (Movimento Volontari Italiani), Volontarinsieme e Centro di Servizio per il Volontariato di Treviso. I materiali dell'iniziativa hanno ottenuto il patrocinio del Ministero della Salute. Slogan dell'iniziativa è “Dona il sangue cordonale, un "servizio" vincente nella partita della vita”, mentre sui materiali divulgativi compaiono i volti delle pallavoliste, testimonial d'eccezione.

Il target della campagna di sensibilizzazione sono le future mamme (ma anche i papà) e lo scopo è quello di diffondere una corretta informazione sulle potenzialità e sui possibili utilizzi del sangue cordonale, affinché i genitori possano compiere una scelta consapevole. La donazione rappresenta non solo un atto di altruismo, che consente a chi è affetto da leucemie o altre gravi malattie emopoietiche di poter ricevere il trapianto ed avere così buone possibilità di guarigione, ma è anche la modalità di destinazione del sangue cordonale consigliata dal mondo scientifico (l'alternativa è la conservazione per uso autologo, non consentita tuttavia in Italia) in quanto è l'unica a poter garantire un utilizzo efficace delle cellule staminali ematopoietiche in esso contenute.

La campagna di sensibilizzazione, così come il nuovo sito dedicato alla tematica del sangue cordonale www.adoces.it/donazione-sangue-cordone/ (che in soli tre mesi ha ottenuto oltre 4 mila visite, un dato che conferma il bisogno di informazione), è uno strumento per favorire la conoscenza delle reali e importanti potenzialità delle donazioni solidali possibili negli oltre 300 centri nascita accreditati dalle 18 biobanche pubbliche del Sistema Sanitario Nazionale. Oggi sono conservate circa 25.000 unità di sangue cordonale, ma secondo le stime del Ministero della Salute per ottenere una copertura ottimale delle caratteristiche genetiche (ovvero una buona compatibilità con i pazienti che possono essere curati attraverso l'utilizzo delle cellule staminali cordonali), il numero di donazioni dovrebbe raggiungere almeno le 75.000 unità. Il “patrimonio” biologico finora donato dalle mamme italiane e custodito nelle banche pubbliche, dall'inizio dell'attività di raccolta e crioconservazione ha consentito di eseguire 1.400 trapianti allogenici, 129 nel solo 2010 (in Italia e all'estero).

Grazie alla collaborazione della Lega Pallavolo Serie A Femminile e dei clubs di Serie A1 consorziati, sui campi di gioco coinvolti nell'iniziativa (Pesaro, Piacenza, Pavia, Bergamo, Perugia e Busto Arsizio), la campagna sarà segnalata attraverso messaggi fonici e, per quanti vorranno saperne di più, verrà distribuito da volontari materiale informativo sulla donazione solidale. Si tratta, infine, del secondo anno in cui la Lega Pallavolo Serie A Femminile scende al fianco della Federazione Italiana ADOCES, dedicando una giornata di campionato a favore della donazione del sangue cordonale.

Per conoscere orari e luoghi delle partite: http://www.legavolleyfemminile.it

Per maggiori informazioni: http://www.adocesfederazione.it

http://www.adoces.it/donazione-sangue-cordone/