siriausa copy(ASI) "Esce da un lato,rientra dall'altro" : il vecchio modo di dire,adattabile a moltissime situazioni,è più che mai applicabile alla politica militare Usa in Siria e,senza complicate analisi di esperti vari,lascio ai lettori la valutazione di semplici'fatti' che permetta di farsi una opinione in materia.
Trump,tenendo fede al suo programma elettorale,annuncia in dicembre al mondo che la guerra all' Isis è (quasi) finita e che le truppe americane (non i contractors) si ritirano immediatamente dalla Siria..
Scatta all'istante il dissenso e la contrarietà dei vertici militari del Pentagono e del suo stratega Jim Mattis che,uniti ai media #curdinnamorati di tutto il mondo,strepitano per la triste sorte dei miliziani minacciati da Erdogan..
Quindi il "ritiro" diviene meno "immediato" e diluito in tre mesi..
Così,tra qualche bombardamento e qualche combattimento con i residui dell' Isis,arriviamo al 15 gennaio quando l'Osservatorio per i diritti umani in Siria (SOHRO),organizzazione ferocemente ostile al governo Assad, segnala l'ingresso (dall'Irak) in territorio siriano di oltre 100 mezzi militari statunitensi diretti chissà dove verso oriente..
Ieri,giorno 16, a Manbij esplode un kamikaze islamico ed ammazza (tra 16 vittime) 4 soldati americani..
Vuoi vedere che salterà fuori la ancora attuale pericolosità dello Stato Islamico e che Trump "allungherà" le date del (presunto) ritiro ?
Strano che,ancor prima del provvidenziale attentato,rientrino più truppe di quante ne siano uscite..
Casualità,visione complottistica?
Resta la preesistente domanda base per i lettori che desiderino porsela : che cavolo ci fanno soldati Usa in Siria ? 
In base a quale deliberato Onu possono avere truppe e basi a terra sul territorio di uno stato sovrano il cui legittimo governo è quello di Assad ? 
Visto che nessuna istituzione internazionale (Onu in testa) risponde e che i media occidentali glissano,non resta che una considerazione..
Un minimo prezzo alla loro arroganza gli yankee,ogni tanto, lo pagano...

Grazie per l'attenzione
Vincenzo Mannello
 
 
 
* Nota, ASI precisa: la pubblicazione di un articolo in tutte le sezioni del giornale  non ne significa necessariamente la condivisione dei contenuti. Essi - è bene ribadirlo -  rappresentano pareri, interprestazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, la responsabilità sono dell'autore  delle dichiarazioni  e/o  di chi  ci ha fornito il contenuto.  Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento trattato e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione.
 
 
 
 

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.