moscovici1(ASI) - Il commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici, ha dichiarato oggi che si sta lavorando per fare in modo che, oltre alla Francia, “neppure l'Italia sia sanzionata. Penso che sarebbe negativo, è un grande Paese della zona euro, in cui ha il suo posto”.

lntanto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha sentito al telefono, Moscovici e il vice presidente della Commissione Europea Valdis Dombrovskis. Lo si apprende da fonti di Palazzo Chigi. I colloqui rientrano nell'ambito della interlocuzione in corso tra Roma e Bruxelles sulla legge di bilancio. Nel collegio dei commissari europei Dombrovskis e Moscovici “faranno il punto della situazione sulla manovra italiana”. 

“Il dialogo con il Governo italiano continua, abbiamo scambi che proseguono, e per questo domani i commissari Dombrovskis e Moscovici aggiornano il collegio e poi si decideranno i prossimi passi. Ma è interamente in mano al collegio la decisione da prendere”, ha detto la portavoce del presidente della commissione Jean Claude Juncker.
«Sono in contatto permanente con Tria, il ministro delle Finanze italiano, con Conte, il presidente del Consiglio. È in corso un dialogo costruttivo affinché l'Italia possa portare avanti la politica che vuole. Non spetta a me discutere la legittimità del governo italiano e la sua politica, ma che lo faccia rispettando le regole. E ho buone speranze che ci si riesca”. Incalzato sul suo parere riguardo i contenuti della legge di bilancio italiana, Moscovici ha aggiunto che da un punto di vista personale è convinto che “una buona politica debba prima di tutto puntare sugli investimenti e, nel caso dell'Italia, il problema del paese è un tema di produttività e di competitività”.
Nella telefonata con Dombrovskis e Moscovici, Conte avrebbe anche chiarito la propria indisponibilità a ritocchi al reddito di cittadinanza e quota 100; ha ribadito di non voler tradire gli italiani, evitando di fare passi indietro su restyling della Fornero e reddito di cittadinanza alle fasce più disagiate: “Ne va della mia credibilità”. Il clima delle telefonate viene descritto buono, a Palazzo Chigi c'è fiducia nonostante la trattativa non sia cosa semplice ma Conte è convinto e determinato a portare a casa il risultato.

Sembra che sia stato raggiunto l'accordo tra il governo italiano e la Commissione Europea sulla manovra. E' quanto si apprende nella mattinata di oggi da fonti del ministero dell'Economia; l'accordo, per ora, sarebbe "solo informale" e verrà ufficializzato dopo il via libera di Bruxelles, dove verrà passato al vaglio dei commissari. La commissione Bilancio del Senato resterà in stand by sulla manovra fino alle dichiarazioni del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, previste per le ore 13. Il premier interverrà nell'Aula del Senato sull'esito della trattativa con Bruxelles; la commissione è convocata per le 14.30 e per le 20.30 di oggi. Domani le sedute si terranno probabilmente alle 9.30 e alle 15.

 

Claudia Piagnani - Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.