(ASI) "Abbiamo perso un grande uomo di pace ,di dialogo e di convivenza tra palestinesi e israeliani."  Così il fondatore delle Comunità del mondo arabo (Co-mai) e dell'Associazione medici di origine straniera in Italia(Amsi) e della Confederazione Internazionale Laica Interreligiosa Laica Interreligiosa (Cili-Italia) commenta la triste notizia della scomparsa dello scrittore israeliano Amos Oz esprimendo condoglianze alla famiglia e apprezzando e riconoscendo il ruolo avuto da Amos Oz in modo coraggioso e obbiettivo in questi anni a favore del vero dialogo e la pace duratura e la convivenza pacifica tra palestinesi e israeliani.

Abbiamo perso Amos Oz in un momento di crisi del processo di pace e ci auguriamo proprio per questo di onorare il suo impegno e coraggio e dopo l'appello di Papa Francesco a favore della Pace ci auguriamo continua Aodi ,che si possa finalmente e concretamente riprendere il processo di pace tra israeliani e palestinesi e realizzare il sogno di tanti,due stati e due popoli .

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.